Mission

Il nome Eutopia, scelto per rappresentare la nostra idea di comunità, trae origine dal greco εὖ "buono" o "bene" e τόπος "luogo": "buon luogo" e si distingue dal più noto utopia (οὐ "non" e τόπος "luogo": "non-luogo"), recuperandone la spinta idealistica e romantica (utile a orientare in senso etico le azioni) ma affermando allo stesso tempo la necessità di dare concretezza agli ideali, affinché questi possano produrre effetti concreti nei comportamenti e all'interno delle comunità.

L'idea che anima i progetti di Eutopia è che i sogni più importanti non sono quelli più belli ma quelli che riusciamo a realizzare attraverso la nostra partecipazione e assunzione di responsabilità, non quelli che custodiamo puri nella nostra mente ma quelli che riusciamo a far diventare patrimonio reale e condiviso, attraverso la prossimità e il contatto con le situazioni, le cose e le persone, un ponte tra ideale e reale, tra pensiero e azione, tra desiderio e possibilità per una rivoluzione silenziosa che non si rassegna al rancore e alla disillusione ma che trasforma la rabbia e la frustrazione in forza generatrice di cambiamento sociale e culturale.